vai al contenuto. vai al menu principale.

Il comune di Venaus appartiene a: Regione Piemonte - Città metropolitana di Torino

Itinerario n.1 - Rifugio Avanzà (2578 mt.)

Nome Descrizione
Telefono 0122.50330 - 342.7632212 (Informazioni durante il periodo di chiusura)
Tempo percorrenza 3h 15'
Caratteristiche Punto Panoramico: Grange della Vecchia (2237 mt.)
Guide e carte I.G.M. - 1:25000 foglio 55 tav. Novalesa
I.G.M. - 1:25000 tav. 238 Charbonell - Mont Cenis
I.G.C. - 1:50000 tav. Val di Susa - Val Chisone
I.G.G. - 1:50000 tav. 2 Val di Lanzo e Moncenisio
Informazioni 24 Posti Letto nella stagione estiva; 6 nella stagione invernale
Apertura: LUGLIO e SETTEMBRE tutti i week-end - AGOSTO tutti i giorni con orario continuato.
Per eventuali ascensioni nei mesi di luglio e settembre informarsi prima contattando il 342 - 76.32.212
Il rifugio Avanzà (è la più "alta" struttura ricettiva del territorio di Venaus), di proprietà del comune di Venaus, è un ex casermetta militare situata nei pressi del colle omonimo (il colle separa la Val Clarea dalla Val Cenischia, sul fianco sud del Giusalet.
L'immobile, voluto dallo Stato sabaudo come ridotta (la ridotta è una piccola opera di fortificazione militare), aveva essenzialmente il compito di permettere la vigilanza su possibili invasioni dal Col Clapier; già operativo in periodi antecedenti l'era napoleonica, ha conservato queste prerogative fino al secondo conflitto mondiale.
Lasciato incustodito è stato depredato di suppellettili, cimeli e l'incuria lo ha ridotto ad un rudere; la Pro Loco di Venaus si fece promotrice della ricostruzione accollandosi 20 mila ore di lavoro volontaristico dal 1973 al 1993 e ne cura tuttora la gestione.
Di fondamentale importanza per le ascensioni nella zona del monte Giusalet, il rifugio, attrezzato con 24 posti letto e una cucina a disposizione del pubblico, è aperto dalle ore 18.00 del sabato alle ore 17.00 della domenica da luglio a settembre, e tutti i giorni nelle prime tre settimane di agosto. Per le emergenze, nel periodo in cui non è gestito, il rifugio dispone di un locale aperto per sei persone.

Accesso A

Dalla SS. 25 che da Susa sale al Valico del Moncenisio, dopo l'abitato di Giaglione, svoltare a sinistra e imboccare la strada che conduce in Val Clarea.
Percorrere circa 1 km e, prima di raggiungere il Piano delle Rovine (d'Ruine - Deruine sull'I.G.M.), prendere a destra (palina S. Chiara) una carrozzabile bitumata che sale alla borgata Prà Piano (1495 metri s.l.m.) e al forte di S. Chiara.
In questo punto la strada diventa sterrata, ma è ancora possibile percorrerla in auto fino alla presa di carico o al pozzo piezometrico dell'impianto idroelettrico di Venaus (1950 metri s.l.m.).
Proseguire a piedi lungo una carrareccia pianeggiante che porta alle rovine delle Grange Marzo (2014 metri s.l.m.), presso le quali si incrocia la mulattiera che sale da Bar Cenisio - TG (Tour del Giusalet).
Seguire quindi il sentiero ben tracciato che porta ai ruderi delle Grange della Vecchia (2237 metri s.l.m.) e al rifugio (2578 metri s.l.m.)

Variante A/B

Percorrere in auto l'itinerario A fino alla frazione Prà Piano (1495 m. s.l.m.) dove si trova il punto Agrituristico e Ristoro "Meizoun de Barbamarc" ed è possibile parcheggiare l'auto nei pressi dei forte di S. Chiara.
Nel punto in cui la strada diventa sterrata, sulla sinistra, intraprendere il percorso a piedi seguendo una vecchia mulattiera che dapprima fra larici e poi su pascoli conduce alle bergerie Martina (1960 m. s.l.m.) e Blet (2075 m s.l.m., diroccata) (ore 1.15).
Da questo punto, proseguire fino al rifugio in comune con l'itinerario.

Accesso B

Lasciare l'auto nei pressi dell'ultimo tornante dell'itinerario "A" (circa 300 m prima del pozzo piezometrico) e prendere, a sinistra, una pista sterrata che conduce alla bergeria Mabert (1964 metri s.l.m.) e alla Bergeria Martina (1960 metri s.l.m.).
Poco prima di quest'ultima, salire diagonalmente il ripido pendio prativo oltre la Bergeria Blet (2075 metri s.l.m., ormai diroccata) fino a scorgere tutto l'ampio e profondo vallone della Clarea; da questo punto percorrere la mulattiera che, attraversando l'intero versante sud-ovest della Punta Mulatera e dalla Punta Toasso Bianco, porta al Passo Avanzà (2538 metri s.l.m.) e al Rifugio.

Accesso C

Dalla SS. 25 in località Bar Cenisio, presso la "Residenza Moncenisio", imboccare la prima strada asfaltata sulla sinistra (seguendo l'indicazione Rifugio Avanzà - itinerario TG).
Superato l'abitato, proseguire per il sentiero che si addentra in un bosco di larici; dopo aver attraversato il Rio Berta e percorrere un lungo tratto a mezza costa e attraversare il torrente Clanero.
Proseguire poi sull'ex sentiero militare fino a raggiungere, presso le rovine delle Grange Marzo (2014 metri s.l.m.), l'innesto con il percorso "A" (proveniente dal Pozzo piezometrico) e, seguendo questo itinerario, salire al Rifugio.